Via Manzoni, 6 – 38122 Trento sportsenzafrontiere.trentino@gmail.com +39 0461 829896 c/o APPM onlus

Grandi risultati per gli atleti di Sport Senza Frontiere Trentino ai campionati italiani di Terni

La maratona di cinque giorni di tennistavolo ai campionati italiani giovanili a Terni (dal 25 al 29 aprile scorsi) ha portato buoni risultati ed ottime esperienze ai ragazzi e alle ragazze di Sport Senza Frontiere. Nell’under 15 individuale femminile Evelina Yavorivska è entrata nelle prime 8, eliminando addirittura la nr. 2 del torneo (e nr. 62 d’Italia assoluta, la lombarda Alice Galli). Nell’under 13 individuale femminile anche Nicole Capuano è entrata nelle prime 8 d’Italia (superando la sua storica amica e rivale siciliana – Federica Amato) e sfiorando persino il podio perdendo ai quarti di finale 3-2 e 11-9 al quinto set dalla nr. 3 del torneo, la ligure Alice Borsani. Nell’under 13 individuale maschile non si sono qualificati Marco Panettieri, Nicolo’ Bonvecchio e Damiano Innocenti ma hanno comunque fatto un’esperienza preziosa. Anche nel torneo di consolazione ci sono state grandi battaglie e una vittoria importante per Marco Panettieri che fa morale. Nell’under 11 individuale maschile Maksym Porushnyk e femminile Susanna Bernardinello hanno brillantemente superato il torneo di qualificazione (tutte vittorie per entrambi!) ma – il giorno dopo – sono poi usciti nel girone finale. Bel risultato nel doppio under 13 maschile dove la coppia Marco Panettieri e Nicolo’ Bonvecchio ha superato un turno uscendo solo per mano di una coppia molto forte che infatti è poi andata sul podio. Bravi tutti i ragazzi e un grazie ai genitori che hanno supportato il gruppo. Ovviamente – infine – dobbiamo dire un super grazie al MAGO, al coach Erich Schuster che ha diretto le attività e guidato dalla panchina i ragazzi. Avanti così!

Vieni a fare Servizio Civile a Sport Senza Frontiere Trentino!

Ti piace giocare a tennistavolo? Sei interessato/a a svolgere attività di animazione sportiva a favore di bambini/e e ragazzi/e? L’idea di essere inserito/a all’interno di un team di istruttori internazionali di alto livello ed esperti specificatamente preparati rispetto alla disciplina del tennistavolo ti emoziona? Allora il progetto Joypong fa al caso tuo! Durante i 12 mesi di servizio civile affiancherai un gruppo di lavoro molto affiatato e competente ed imparerai a gestire attività animativo/sportive in favore di minori, ragazzi e le loro famiglie. Alla fine del tuo percorso i principali strumenti di animazione sportiva legate al tennistavolo non avranno più segreti per te, saprai affrontare e risolvere con efficacia tutte le possibili difficoltà date dallo svolgere compiti di natura pratica ed acquisirai competenze molto richieste e spendibili nel mercato del lavoro in ambito animativo/sportivo. Imparerai inoltre a costruire relazioni professionali non solo con i collaboratori di SSF Trentino, ma anche con tutti quei soggetti che attorno a questa realtà gravitano e che un po’ alla volta conoscerai grazie alle attività che ti verranno assegnate.

Le candidature sono aperte fino al 30 aprile 2024! SCOPRI QUI COME CANDIDARTI

Il progetto inizia l’1 giugno e dura 12 mesi.

Saggio di Primavera con Sport Senza Frontiere Trentino

Venerdì 31 maggio 2024 vieni a giocare con gli allievi e gli istruttori di tennistavolo di Sport Senza Frontiere Trentino.

Appuntamento alle ore 17 nella palestra delle Scuole Savio in via San Pio X numero 103.

Per info e iscrizioni: 3478678477 – sportsenzafrontiere.trentino@gmail.com

Con il contributo della Circoscrizione S.Giuseppe S.Chiara

Ping Pong a Pasqua con Sport Senza Frontiere Trentino

Dal 28 marzo al 2 aprile 2024 vieni a giocare a Ping Pong con Sport Senza Frontiere Trentino! Ci trovi alla palestra delle Scuole Savio in via San Pio X n.103 a Trento. Giocherai e ti allenerai con gli allievi e gli allenatori di SSF Trentino.

Gli allenamenti si svolgono dalle 10 alle 12 e dalle 18:30 alle 20:30.

Con il contributo della Circoscrizione S.Giuseppe S.Chiara

Grande successo per il Savio Camp 2023

11 settimane di attività, 25 tra ragazze e ragazzi coinvolti e tanto divertimento tutti assieme!

Sono questi i risultati di questo progetto iniziato a giugno e terminato alle porte di settembre alle Scuole Savio di Trento. Il progetto “Savio Camp 2023” ha permesso a tanti giovani di svolgere attività sportive in compagnia durante il periodo estivo, coinvolgendo anche ragazzi provenienti da nuclei in condizioni di fragilità socio-economica residenti nel territorio del Comune di Trento.

I laboratori di tennistavolo sono stati realizzati ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 20 presso le Palestre delle Scuole Elementari Savio e hanno registrato una partecipazione media di almeno 9 giovani per ogni turno. 

Un successo anche dal punto di vista del gradimento delle attività, che ha reso felici sia i giovanissimi atleti sia i genitori, portando quindi ricadute positive su tutto il nucleo familiare.

Merito dell’#agonismofelice, metodo che i nostri istruttori ed educatori promuovono e mettono in pratica ogni giorno con i ragazzi e le ragazze che si approcciano. a questa disciplina sportiva.

Le attività sono state realizzate grazie al sostegno dell’8×1000 dell’Arcidiocesi di Trento e della Fondazione Crosina Sartori Cloch.

Partecipa anche tu alle attività estive di Sport Senza Frontiere Trentino!

Da Lunedì a venerdì ore 10-12 e dalle 18 alle 20 nella palestra delle Scuole Savio in via San Pio X numero 103 a Trento.

Possono iscriversi tutte le ragazze e i ragazzi tra i 9 e i 17 anni.

Per info: 3478678477 – sportsenzafrontiere.trentino@gmail.com

Let’s Skate! Corso gratuito di Roller

Vuoi provare il Roller? Iscriviti e partecipa al percorso gratuito di Sport Senza Frontiere Trentino!

Le attività si svolgeranno il 22 e 29 aprile, il 6, 13 e 20 maggio 2023 a Lavis.

Per info e iscrizioni: giulia.cologna@sportsenzafrontiere.tn.it

Attività a favore di bambini e bambine del territorio giunti dall’Ucraina e delle loro famiglie

Sport Senza Frontiere Trentino promuove da anni la pratica sportiva per ragazze e ragazzi in situazione di fragilità socio economiche, stimolando l’inclusione e la nascita di relazioni positive.

Questo progetto nasce con l’obiettivo di favorire l’adozione di stili di vita sani ed attivi proponendo laboratori sportivi a giovani in condizioni di fragilità. Considerando anche il conflitto armato fra Russia e Ucraina e le relative migrazioni verso Paesi sicuri, SSF ha voluto coinvolgere nel progetto un gruppo di bambini e bambine fra i 6 ed i 13 anni italiani ed ucraini in un percorso di inclusione sportiva che ha visto la realizzazione di laboratori di tennistavolo a partire da agosto fino a dicembre 2022.

Grazie al sostegno dell’8xmille della Chiesa cattolica – Arcidiocesi di Trento e di ITASolidale sono state realizzate attività mirate a promuovere l’inclusione e la reciproca conoscenza offrendo un luogo di svago in cui bambini, bambine, ragazze e ragazzi italiani ed ucraini sono entrati in relazione tra loro.

A queste attività hanno partecipato in tutto 63 bambini fra i 6 ed i 13 anni, di cui 10 provenienti dall’Ucraina a seguito dell’attuale conflitto; 20 adulti, di cui 18 italiani e 2 ucraini e 26 istruttori, dirigenti sportivi, educatori e volontari.

I laboratori di tennistavolo, a Trento, Lavis e Levico, hanno permesso ai bambini di praticare un’attività sportiva sicura e divertente che hanno stimolato l’inclusione e la nascita di relazioni sociali positive. La formazione partecipata, tenuta da una psicologa e psicoterapeuta, ha permesso di preparare gli istruttori e i volontari a lavorare con i bambini in modo efficace, promuovendo atteggiamenti di empatia, accoglienza e rispetto.

Vogliamo esprimere la nostra gratitudine a tutti i donatori che hanno creduto in Sport Senza Frontiere Trentino sostenendo questo nostro progetto, grazie al quale abbiamo potuto raggiungere tantissimi giovani e le loro famiglie e offrendo loro la possibilità di svolgere una sana attività sportiva e relazionale in un ambiente amichevole e protetto.

Partecipa al corso gratuito di Pilates!

Il 23 gennaio inizia il corso base di pilates a Trento. Le attività si svolgeranno nella palestra della Scuola primaria De Gaspari in San Pio X.

Il corso si tiene il lunedì sera dalle 20:00 alle 21:00

C’è ancora qualche posto disponibile, affrettatevi! Per prenotarsi basta un’e-mail all’indirizzo giulia.cologna@sportsenzafrontiere.tn.it a cui risponderemo allegando il modulo di iscrizione.

Servizio Civile con Sport Senza Frontiere Trentino

I tesserati FITET – ma anche ex giocatori di tennistavolo – con età compresa tra 18 e 28 anni (29 non compiuti) possono oggi candidarsi a un progetto di Servizio Civile Universale Provinciale – SCUP, finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento.
Si tratta di un progetto che vede capofila l’Associazione Sport Senza Frontiere Trentino APS che ricerca un/una giovane da impiegare in attività socio-sportive per minori e famiglie rispetto alla disciplina del tennistavolo.
Il/la giovane sarà impegnato/a nel progetto a Trento per 6 mesi, da dicembre 2022 a maggio 2023, mediamente per 30 ore settimanali e riceverà un contributo economico di 600 Euro al mese, un posto letto, un buono pasto, nonché un abbonamento gratuito a tutti i mezzi pubblici.
Il giovane che aderirà al bando potrà acquisire conoscenze e competenze qualificate oltre che, naturalmente, praticare il proprio sport preferito.
Il Servizio Civile Universale Provinciale – SCUP è compatibile con l’attività lavorativa e con la frequenza a percorsi di studio.
Il candidato ideale è un/a giocatore/ice – italiano/a o straniero/a – con una buona attitudine al sociale, portato alle relazioni umane e al lavoro in team.
La scadenza delle candidature è fissata per il 7 novembre 2022 previa iscrizione al portale SCUP https://serviziocivile.provincia.tn.it/Adesione

Qui trovate la scheda di sintesi e il progetto integrale
Per ogni dettaglio si prega di chiamare il numero 3467264418 o scrivere una email a enrico.capuano@appm.it

VISI – Volontari insieme per uno sport inclusivo

Sport Senza Frontiere Trentino aps vi invita a partecipare al percorso formativo volto alla realizzazione di attività sportive all’aria aperta dedicato ai ragazzie e alle ragazze di età compresa tra i 15 e i 18 anni.

In cosa consiste il progetto?

Grazie al programma formativo i partecipanti potranno organizzare delle manifestazioni sportive al fine di intercettare i giovani del territorio, creare occasioni di aggregazione positiva e confrontarsi rispetto a desideri e ambizioni.

Ogni volontario, forte della formazione acquisita e col supporto dei professionisti delle realtà partner, potrà poi proporre dei laboratori sportivi a minori fra gli 11 ed i 18 anni che vivono in condizioni di vulnerabilità, individuati in collaborazione con la realtà partner APPM.

La formazione sarà curata dal CSI – Centro Sportivo Italiano sezione di Trento

Iscrizioni aperte fino al 31 marzo

Per info e iscrizioni:

matilde.granero@sportsenzafrontiere.tn.it

Allenati con Erich Schuster!

Ogni lunedì sera SSF Sport Senza Frontiere Trentino accoglierà nuovi appassionati nella sua “Schuster Academy“! Si tratta di un percorso formativo – aperto a giovani e adulti – che permetterà la conoscenza della tecnica di base e il miglioramento delle competenze avanzate di gioco. Il corso è rivolto sia ai principianti che ai giocatori e alle giocatrici più esperte.Le attività formative saranno seguite da tecnici federali (Susanna Valer e Marcello Dorigatti) e da sparring esperti, coordinati dal Maestro Internazionale Erich SCHUSTER

Maestro Internazionale di tennistavolo con esperienze in Italia, Germania, Svizzera, Ungheria, Slovenia, Croazia, Ucraina, Erich Schuster collabora da un anno come formatore socio-sportivo a Trento.

Quando?

Tutti i lunedì sera dalle 20:30 22:00 alla palestra delle Scuole Savio in via San Pio X, 103 di Trento

Per info e prenotazioni:

matilde.granero@sportsenzafrontiere.tn.it

3478678477

Grandi successi degli atleti di Sport Senza Frontiere nella Coppa Giovanile

Sin da quando è nata, Sport Senza Frontiere Trentino ha sempre promosso lo sport come strumento di inclusione e partecipazione dei giovani. Praticare un’attività sportiva diventa quindi non solo compiere un’attività fisica, ma relazionarsi con i compagni di squadra, gli allenatori e gli avversari cercando sempre di migliorarsi mettendosi in gioco tutti insieme.

Mettersi alla prova è anche un ottimo modo per riconoscere i propri miglioramenti, e quando i nostri atleti, oltre a divertirsi e imparare, riescono anche ad ottenere degli ottimi risultati in partita, non possiamo che esserne fieri e soddisfatti.

Sono 11 gli atleti di Sport Senza Frontiere Trentino che il 9 gennaio scorso hanno preso parte al torneo giovanile nelle categorie under 11, under 13 e under 15, dove ben 7 di loro hanno portato a casa una meritatissima medaglia.

Un oro, due argenti e 4 bronzi sono il palmares di una giornata da ricordare per SSF Trentino.

A sorpresa sul primo gradino del podio nella categoria U11 è arrivato il giovanissimo atleta Maksym Porushnyk, di soli 9 anni, che è riuscito a vincere tutte le partite disputate anche con atleti più grandi e con più anni di esperienza alle spalle.

Sport Senza Frontiere ottiene il patrocinio del Coni per il progetto “VISI – Volontari per uno Sport Inclusivo”

Formare giovani volontari per aiutare ragazze e ragazzi in difficoltà attraverso la pratica sportiva. È questo l’obiettivo del progetto VISI recentemente approvato dal bando Intrecci Possibili e che partità a gennaio de prossimo anno con il patrocinio del Coni, che ha da subito creduto nel potenziale di questa iniziativa.

Il progetto VISI nasce proprio dall’esigenza di favorire la relazionalità positiva e il protagonismo giovanile, spronando quindi i giovani alla cittadinanza attiva e alla promozione di stili di vita sani.

In una prima fase del progetto è prevista l’individuazione e la formazione di un gruppo di 10 giovani sportivi del territorio, fra i 15 ed i 18 anni, interessati ad intraprendere un percorso formativo di gruppo e di crescita personale. I corsi saranno incentrati sull’assunzione di una maggior consapevolezza dei propri punti di forza e sugli strumenti per poter trasmettere tali energie a minori in condizioni di vulnerabilità.

In una seconda fase verrà organizzato un open camp, laboratori sportivi realizzati all’aperto nei luoghi pubblici della città e aperti a bambini e bambine, ragazze e ragazzi che vivono situazioni di difficoltà o fragilità socio-familiare. I ragazzi e le ragazze dai 6 ai 18 anni, appartenenti a famiglie che vivono in condizioni di vulnerabilità e fragilità, anche dettate dall’impatto che l’emergenza sanitaria ha avuto sulle loro vite. Si può trattare, ad esempio, di minori appartenenti a nuclei che dispongono di scarse risorse economiche e culturali, famiglie monoreddito o con genitori separati, disoccupati o appartenenti a comunità socialmente discriminate che hanno quindi maggiori impedimenti ad intraprendere delle attività sportive strutturate.

Il percorso si propone di fronteggiare le difficoltà legate allo stress psicologico, la sofferenza, la frustrazione e l’incertezza che la pandemia da COVID-19 ha portato con sé offrendo dei percorsi di coaching ai giovani ed alle giovani volontari individuati, che permetteranno loro di riscoprire chi sono, cosa sanno fare e come possono mettere a disposizione le loro risorse nei confronti di altri giovani appartenenti ai territori di Trento, Mattarello e Lavis.

Con il progetto VISI Sport Senza Frontiere Trentino, insieme ai partner sui territori, mira ad offrire ai giovani fra i 6 ed i 18 anni la possibilità di partecipare ad attività sportive eterogenee gestite anche da coetanei di poco più grandi con i quali poter entrare in relazione e costruire legami nuovi e positivi che diano la possibilità di aprirsi, fidarsi ed affidarsi e comunicare eventuali fragilità e difficoltà che stanno vivendo.

Tutte le attività sportive proposte ai partecipanti saranno gratuite, in modo tale da non limitare lo sviluppo psico-fisico di questi giovani a causa delle eventuali condizioni di difficoltà economica delle loro famiglie.

Lo sport come strumento di inclusione

Strumenti e buone pratiche del progetto JOYPONG

Sport Senza Frontiere Trentino APS vi invita al convegno di restituzione dei risultati di JOYPONG

Domenica 7 novembre 2021 dalle 10:00 alle 12:00 presso la Sala Conferenze della Fondazione Caritro ci ritroveremo per raccontare le varie tappe del progetto, i risultati ottenuti e alcune best practice educative adottate nei mesi di attività. 

Sarà presente anche Sabrina Moretti, campionessa e allenatrice di tennistavolo, che porterà l’esperienza del Centro Olimpico Tennistavolo di Senigallia in materia di sport ed inclusione sociale.

SCARICA IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

ISCRIVITI QUI

La forza di appartenere ad una squadra

Le ragazze e i ragazzi di Sport Senza Frontiere Trentino insieme agli allenatori

Nicole, il tennistavolo e Sport Senza Frontiere Trentino

Spesso si pensa erroneamente che una disciplina sportiva individuale non abbia una vera “squadra”. In campo questo può essere vero, ma nessuno riesce ad ottenere risultati lavorando e allenandosi da solo.

Nicole durante i suoi primi allenamenti

La squadra è quella “famiglia sportiva” che ti accompagna durante le fatiche degli allenamenti, applaude alle tue vittorie e ti abbraccia dopo una sconfitta, ma soprattutto non ti lascia mai solo.

Anche nel tennistavolo vale questa regola; la squadra è composta dagli allenatori e dai compagni, tutti con l’obiettivo di migliorarsi e stare insieme più possibile, visto che poi in partita bisognerà cavarsela da soli!

Quando Nicole è entrata a far parte di SSF aveva appena 6 anni. Sebbene si fosse da subito distinta per solarità e vivacità, mostrandosi immediatamente tra le più loquaci e disinvolte del gruppo, durante i primi allenamenti era un po’ imbarazzata nel maneggiare la racchetta e ad approcciarsi ad uno sport così tecnico come il tennistavolo. Ma la forza del gruppo e l’affiatamento che si creano in una squadra sono un potentissimo strumento di relazione, possono sconfiggere l’imbarazzo e la paura di sbagliare una pallina, creando rapporti che arricchiscono e ci permettono di apprezzare ancora di più i nostri sport preferiti.

In pochissimo tempo Nicole ha costruito rapporti di solida amicizia con tutti i compagni e le compagne di squadra, sostenendoli, aiutandoli e incoraggiandoli, ed è stata ricompensata con tantissimi nuovi amici e amiche con cui condividere questo bellissimo sport.

Tutti insieme per il riscaldamento pre-allenamento!

Nicole oggi ha 10 anni e rappresenta davvero l’anima del gruppo di ping pong di SSF Trentino. È stata una delle prime allieve di SSF e partecipa a tutti gli allenamenti da quando il progetto è partito, impegnandosi molto nelle sedute e dando sempre il benvenuto a tutti i nuovi compagni che si sono alternati negli anni,  accogliendoli con un sorriso e qualche consiglio tecnico degno del migliore allenatore.

Questo perché tutti siamo partiti da lì, dal non sapere come tenere una racchetta in mano correttamente, a non sapersi muovere sul campo o a non riuscire a mettere una pallina in campo neanche per sbaglio.

Questo può sicuramente scoraggiare chiunque si avvicini a una disciplina sportiva così ricca e complessa, ma se qualcuno ti incoraggia e ti rassicura, tutto diventa più piacevole e piano piano, le palline iniziano ad entrare e il divertimento può avere inizio, sia in campo sia fuori.

È partita la formazione del progetto JOYPONG!

Sport Senza Frontiere Trentino APS non si ferma nemmeno in zona rossa

Sono iniziati a fine aprile gli appuntamenti formativi del progetto JOYPONG che hanno visto la partecipazione di numerosi operatori sociali desiderosi di avvicinarsi all’utilizzo della pratica sportiva come strumento di inclusione e aggregazione per giovani e giovanissimi.
I primi incontri tenuti dalla dott.ssa Sara Di Michele, psicologa dell’età evolutiva, si sono concentrati sulla relazione educativa nelle attività sportive e sugli elementi socio pedagogici legati all’età evolutiva, con particolare attenzione all’attuale situazione sanitaria e su come questa abbia influito sui bambini.
Il corso di formazione per operatori sportivi è interamente orientato a formare istruttori e operatori volontari sensibili alle tematiche sociali e proseguirà fino a ottobre proponendo interventi di diversi professionisti dell’animazione sportiva e del rapporto educativo con bambini e ragazzi.

Tra i mesi di dicembre 2020 e febbraio 2021 è stata realizzata anche una mappatura della rete sociale legata alla pratica sportiva dei giovani con l’obiettivo di rilanciare le reti di prossimità e di inclusione sociale. È stata svolta quindi una mappatura del territorio con un’analisi dettagliata delle risorse esistenti in ambito sportivo rispetto al tennistavolo e agli attori socio-assistenziali.
Nel frattempo e nonostante la situazione sanitaria, è stato possibile avviare comunque i laboratori di tennis da tavolo per bambini e ragazzi in condizione di vulnerabilità economico sociale sul territorio del Comune di Trento. Tutti i ragazzi che hanno partecipato sono stati tesserati dall’ASD TT Lavis APS e in tal modo è stato possibile svolgere i laboratori nel pieno rispetto dei protocolli di legge anche in piena zona rossa.

Intervista al presidente di Sport Senza Frontiere Trentino Marcello Carli

Dona il 5×1000 a Sport Senza Frontiere Trentino!

Ricordatevi quando farete la dichiarazione dei redditi di destinare il 5×1000 a SSF Trentino!

Renditi protagonista di piccolo gesto che per noi significa molto.

Grazie

Ping Pong Senza Confini

Un progetto dove il tennis da tavolo diventa strumento innovativo per migliorare la socialità, il benessere e rafforzare il senso di comunità

Grazie alla rete di partner coinvolti e al sostegno di Fondazione Caritro, Caritas Diocesana Trento, Cassa Centrale Banca – Trento e al Comune di Trento, il progetto mira a creare aggregazione sociale attraverso la disciplina del tennistavolo, proponendo sul territorio di Trento e Lavis diverse attività sportive e iniziative di socialità.

Ping Pong Senza Confini vuole diffondere un modello di inclusione sportiva per giovani che con le loro famiglie vivono in condizione di fragilità o disagio socio-economico. Questa disciplina sportiva si presta bene a raggiungere questi obiettivi, trattandosi uno sport di relazione basato su disciplina e rispetto delle regole che ben si conciliano con i valori sociali del dialogo, della ricerca di un comune terreno di comprensione.

Essendo una disciplina che non prevede un contatto fisico, è possibile svolgerla nel pieno rispetto delle attuali restrizioni legate all’emergenza Covid 19, praticabile quindi in relativa sicurezza senza snaturarne l’essenza.

Insieme ai partner del progetto, ai quali abbiamo dedicato un articolo di approfondimento, è stato possibile organizzare un percorso coinvolgente e ricco di iniziative per ragazze e ragazzi dai 7 anni ai 13 anni dei territori di Trento e Lavis. Le iniziative si rivolgono in particolare a quei ragazzi che possono vivere situazioni di solitudine personale e di disagio sociale, nei confronti dei quali vanno rivolte azioni di socializzazione positiva e di inclusione, coinvolgendo dove possibile anche le famiglie.

Nel territorio sono presenti numerose realtà sportive dedite agli sport più conosciuti ma presentano tutte un’impostazione agonistica che per sua natura concentra le attenzioni sui giovani migliori abbandonando chi non ha possibilità di raggiungere risultati.

Il valore aggiunto di Ping Pong Senza Confini è proprio quello di unire una disciplina sportiva inclusiva, tra le più praticate al mondo in quanto praticabile da tutti a qualsiasi età, con l’aggregazione giovanile, l’inclusione sociale, il volontariato nell’animazione sportiva e la tutela della salute.

Torneo di Natale 2023

Il 22 dicembre 2023 non perderti il nostro torneo di Ping Pong con gli allievi e le allieve di Sport Senza Frontiere Trentino aps.

Ci trovi alla palestra delle Scuole Savio in via San Pio X, 103 dalle ore 17 alle 22!

Per info: 3478678477

PingPong Winter Game 2023

Vieni a giocare a Ping Pong insieme agli allievi e alle allieve di Sport Senza Frontiere Trentino aps.

Da mercoledì 27 a sabato 30 dicembre 2023, tutti i giorni dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 19 nella palestra delle Scuole Savio in via San Pio X numero 103.

Per info: 3478678477

DocuPing – la scienza dietro al Tennistavolo

Un progetto in collaborazione con APPM e Provincia Autonoma di Trento.

Ancora grandi risultati per Sport Senza Frontiere Trentino a Terni!

Al PalaTennistavolo di Terni nella prova B delle allieve Under13 si è imposta la nostra Nicole Capuano.

Dopo aver superato il girone come seconda (dovendo pertanto giocare da subito contro le migliori) Nicole ha prevalso in semifinale per 3-0 (11-6, 11-6, 11-5) su Anna Dessì (Muravera Tennistavolo) e in finale per 3-1 (8-11, 11-3, 11-7, 11-6) su Cristina Zappa (Milano Table Tennis Academy)

Precedentemente Nicole aveva avuto la meglio negli ottavi per 3-0 (11-9, 16-14, 11-7) su Marta Garello (A4 Verzuolo), vincitrice il giorno prima nell’Under 11, e nei quarti per 3-1 (11-7, 10-12, 11-7, 11-7) su Ginevra Donetti (Tennistavolo Torino), vincitrice del torneo Under 13 della precedente edizione di novembre.

Nell under 15 la nostra atleta Evelina Yavorivska ha passato il girone come prima superando di slancio atlete di alto livello (in particolare l’altoatesina Carolin Luini e soprattutto la quotatissima toscana Greta Ludovica Barbaro) ma è stata sfortunata nel sorteggio rispetto alla fase a eliminazione diretta in quanto è stata eliminata nei sedicesimi per mano della forte altoatesina Melissa Oprandi, la quale ha poi vinto il torneo.

Sempre Evelina nell’ under 17 è riuscita a passare il girone, battendo ragazze di ben 2 anni più grandi ed eliminando addirittura la fortissima pugliese Matilde Ingravalle.

Nei tornei maschili invece Marco Panettieri ha passato il girone under 13 perdendo ai sedicesimi dopo una partita molto combattuta, mentre Nicolo’ Bonvecchio è arrivato terzo al consolazione under 13.

Complimenti ai ragazzi e agli istruttori di Sport Senza Frontiere Trentino per l’impegno e per i risultati ottenuti in questo importante torneo nazionale, a dimostrazione che il modello dell”Aagonismo Felice può portare anche grandi risultati, sia in campo sia fuori.

Infine un grande ringraziamento a tutto il direttivo dell’ASD Rugby Trento per aver sostenuto questa importante trasferta mettendo gratuitamente a disposizione di un proprio pulmino da nove posti.

Sicuramente avremo modo di sviluppare ancora di più questa preziosa collaborazione.